logo

MillBox

Il più semplice sistema CAM Dentale

Moduli di MillBox

In MillBox, è possibile acquistare dei moduli che si vanno ad aggiungere alla suite standard.

Modulo COMFORT

Nella configurazione ora è possibile scegliere tra diversi suoni ed è possibile impostarli in loop (fino a quando l’utente non lo ferma)

La funzione di ‘spostamento’ ora puo’ essere applicata a oggetti multipli.

MillBox ora puo’ inviare un messaggio telefonico di notifica quando la macchina cambia il suo stato. In particolare, verrai avvisato quando:

– Un lavoro della macchina è stato eseguito correttamente;
– Un lavoro della macchina si è interrotto a causa di un errore.

Finora, il nostro canale di comunicazione è il bot MillBox_Bot di Telegram

Questa funzione è stata spostata in un altro campo, quindi l’utente può filtrare gli oggetti e selezionare più di una volta dall’elenco filtrato

Nella finestra di configurazione una nuova opzione consente a MillBox di riprodurre un suono alla fine del calcolo del percorso utensile.

Aggiunta la possibilità di scegliere etichette piccole o grandi

Se questa opzione è impostata, sulla configurazione, quando l’utente apre la cartella dei grezzi usati, il grezzo verrà selezionato automaticamente, considerando che tutti gli oggetti devono essere posizionati correttamente. La priorità dei grezzi vuoti è in ordine d’uso (i più usati prima)

Tutti I replace aggiunti a MillBox, sono inseriti alla fine e raggruppati se il loro nome inizia con la stessa parola. Ora è possibile cambiare gruppo, trascinando il replace voluto nell’albero delle cartelle di Windows.

L’immagine presente nel report (il documento creato da MillBox in formato .DOC o .PDF o altri formati) può essere integrata con un’altra. Questo può essere utile nel caso in cui alla preview venga assegnata la dimensione 100mm x 100mm dall’alto o dal basso (opzione presente come combo box) per poter poi levare il pin di sostegno con maggiore precisione. Quando questa opzione è attivata il colore dei cerchi attorno ai numeri sarà trasparente.

E’ possibile importare file .STL e mentre vengono caricati, sceglierne altri nella finestra di importazione. Il tempo di caricamento per file stl multipli, utilizza la tecnologia multicore (multi processore) in modo di ridurre i tempi.

Quando l’utente clicca sul pulsante “home” per cambiare la vista, la ruoterà dall’alto verso il basso attorno all’asse X (lo stesso della cinematica della macchina). È possibile definire nei layer .OBJ della macchina, che sono fissi e non ruotano quando si fa clic su home. Importando le attrezzature con questa versione, MillBox aggiungerà automaticamente il layer STL, ma può anche cambiare manualmente l’attrezzatura corrente, modificando il file .OBJ. In questo esempio, il primo STL è fisso e l’altro ruota con il disco e gli oggetti:
#————– Stl Data ————–
# Equipment 0 Stl: 250i_default_1.stl
# Equipment 0 Layer: -DM-clamps-5axis
# Equipment 0 Colour: R: 0.5000, G: 0.0000, B: 0.0000, A: 1
# Equipment 1 Stl: 250i_default_2.stl
# Equipment 1 Layer: -DM-clamps
# Equipment 1 Colour: R: 0.3765, G: 0.3765, B: 0.3765, A: 1

Nella finestra di apertura progetto, sono disponibili delle informazioni aggiuntive: nome macchina, materiale, nome del grezzo, codice lotto, percorso utensile calcolato. E’ possibile filtrare I file inserendo il nome del file STL di un oggetto o il nome del file .blk. Informazioni aggiuntive, se esistono molti file, possono essere mostrate con un po’ di ritardo (l’utente può scegliere di selezionare il file in precedenza).

Le informazioni delle macchine e dei materiali ora sono disponibili anche sulla barra di sinistra attraverso il menu progetto.

Nella configurazione di MillBox, ora è possibile assegnare una proprietà “linea marcata” alle curve dei denti. Ciò significa che queste curve saranno più visibili nel report. Inoltre se è impostato “0” come spessore per numeri e linee, questi riferimenti non saranno visualizzati sul report finale. Ciò consente all’utente di avere una migliore personalizzazione complessiva dei propri report.

Premendo F9 (F5-F8 sono già assegnati allo cambio visualizzazione vista) la parte in lavorazione ruoterà attorno all’asse A. Il livello di zoom e l’orientamento delle viste non cambiano.

Precedentemente l’area toccata dal pin veniva indicata come sottosquadro, con questo aggiornamento non lo è più, perché possa essere rifinita dall’utensile.

E’ possibile scegliere una videocamera collegata al PC e vederne il video sullo schermata di MillBox. Questa funzione è utile quando l’utente lavora con MillBox ma vuole vedere contemporaneamente la macchina che sta fresando. Al momento è possibile collegare una sola videocamera per tutte le istanze di MillBox installate nello stesso momento, ma possono essere condivise in più sessioni (se ho 2 licenze MillBox aperte, la vista della camera le mostrerà entrambe). Quando attivate, la frequenza di visualizzazione potrebbe risultare rallentata.

Se l’utente scrive nell’area del “nome file”, l’elenco verrà aggiornato con solo i file che contengono questo testo.

E’ possibile assegnare una priorità maggiore all’inizio del calcolo, se un’altra sessione di MillBox sta ancora calcolando.

E’ disponibile la simulazione della lavorazione che include la cinematica complete della macchina (se definita)

Supportiamo videocamere IP che forniscono un flusso video attraverso un URL IP statico, ad es. https://<admin>:<password>@<IP>/video.cgi

Ogni volta che si procede alla selezione dei grezzi parzialmente utilizzati, MillBox può selezionare / suggerire automaticamente gli elementi dai dischi disponibili nel vostro archivio.
MillBox analizza i materiali esistenti e cercherà di suggerire il disco con il minor spazio rimanente che può ancora adattarsi a tutti gli elementi che sono stati importati nel lavoro. Intelligent Stock Selection controlla l’esaurimento del materiale usato in precedenza prima di assegnare un nuovo stogrezzo per la fresatura.

MillBox assocerà un codice univoco ad ogni nuovo grezzo creato dall’utente. Al momento della creazione del blocco, l’utente può stampare l’etichetta con il codice a barre che codifica tale codice univoco e incollarla sul lato del grezzo. In seguito, se l’utente esegue la scansione dell’etichetta del codice a barre (tramite una webcam o uno scanner di codici a barre), MillBox selezionerà il blocco corrispondente, se si trova sul disco dell’utente.

Si prega di notare che le etichette dei codici a barre sono di 40 mm x 9 mm, quindi la webcam deve avere una risoluzione e un punto focale adeguati per poterle scansionare.

Trovare lavori in MillBox è facile e veloce con l’aiuto dei filtri e dello strumento di ricerca. È possibile cercare facilmente tra i lavori preesistenti nell’archivio per trovare le informazioni di cui si ha bisogno. MillBox è in grado di filtrare i lavori in base ai nomi dei file STL, al nome del magazzino o al nome della macchina.

Se questa opzione è impostata in configurazione quando l’utente apre la cartella vuota usata, il vuoto verrà selezionato automaticamente, considerando che tutti gli oggetti devono essere posizionati correttamente. La priorità degli spazi vuoti è sull’ordine usato (la maggior parte di quelli usati prima)

Modulo ADVANCED

Questa funzione permette la creazione di un file .MHI contenente le informazioni sulle dimensioni dell’oggetto. Utilizzare questo file con l’applicazione M&H 3D Form Inspect

E’ disponibile l’analisi dello spessore utilizzando Lab3dExplorer, l’analisi verrà effettuata su tutte le mash, non solo sul lato cavità. E’ accessibile da un nuovo pulsante in Lab3dExplorer (il pulsante è mostrato solo quando se la licenza di MillBox è disponibile, altrimente è nascosta).

E’ possibile misurare il progetto selezionando ‘probing process’ sulla sidebar CAM (la funzione deve essere attivata prima nella finestra di configurazione)

Se si ha la licenza 2019 Advanced di MillBox, cliccando su ‘apri progetto’ per un oggetto già calcolato verrà aperta un’altra sessione di MillBox.

E’ possibile fresare solo alcuni elementi; il calcolo inizierà in background per gli oggetti selezionati e la percentuale del calcolo verrà visualizzata nell’area degli oggetti. Non apparirà la finestra di dialogo delle informazioni sugli utensili e nessuna richiesta di aggiornamento dell’utilizzo degli utensili, entrambe le finestre di dialogo sono confermate in background. Cliccando sull’icona che sostituisce gli elementi fresati verranno visualizzate le informazioni sull’oggetto e la possibilità di aprire il progetto che lo contiene.

La funzione di importazione dell’interfaccia per il replace, ora è disponibile direttamente dall’inizio anche senza ci sia un progetto avviato.

E’ possibile modificare la strategia applicata a un abutment nella configurazione, questa operazione non è abilitata se la strategia applicata si trova in un file .cfg esterno nella cartella replace.

I cilindri assegnati all’abutment che sta per essere estratto, sono ora elencati in una lista

La selezione dei file .CFG verrà eseguita attraverso una finestra di dialogo che consente l’anteprima contenente le informazioni sulla strategia selezionata. L’informazione è mostrata in un file HTML con lo stesso nome del file. E’ possibile posizionare il file HTML in una sottocartella con il nome della lingua corrente, ad esempio en = inglese, it = italiano

Ora è possibile importare un file .STL come interfaccia, e per i file .MBI la cover (livello -DM-$) è importata dalla mesh se è disponibile. La posizione della nuova interfaccia nella libreria e richiesta prima del salvataggio

Ora è possibile cambiare la macchina/set utensili. Questa funzionalità può essere usata solo nel caso in cui si ha la stessa attrezzatura e relativo Codice di Personalizzazione (in machine.arl). Può essere utile se l’utente ha più di una macchina copiata e sta utilizzando il file multimachine.ini da gestire. Ad esempio: nel caso della stessa macchina con diversi set di utensili/profili.

La funzione Copia/Incolla ora permette la copia degli oggetti con i loro pin. Può essere usata quando l’utente vuole fresare 2 o 3 copie dello stesso oggetto senza dovere reimportare lo stesso file più volte.

Questa funzione può essere applicata sugli abutment con il canale vite angolato.
MillBox permette di cambiare l’angolo del canale vite con un semplice drag-n-drop.

Se la barra stabilizzatrice non è allineata con l’elemento, è sufficiente trascinarla verso l’alto o verso il basso lungo l’asse Z. In questo modo si riduce al minimo la possibilità che le parti si deformino durante la fase di sinterizzazione.

Per poter utilizzare i modelli Apotea (e altri modelli definiti allo stesso modo) c’è una nuova funzione che permette di creare una superficie che riduce le aree di fresatura per alcune operazioni del percorso utensile al fine di ridurre i tempi di fresatura. Queste superfici possono essere adattate spostando i nodi di controllo.

Questa funzione permette di estrarre l’interfaccia (connessione) da un oggetto importato in MillBox ed utilizzarlo nella libreria dei replace. E’ anche possibile importare l’interfaccia dai file .MBI, il formato usato nei nuovi Plugin di Rhinoceros di CIMsystem, che permettono di disegnare nuove interfacce di abutment.

E’ possibile importare interfacce da file STL, e per i file MBI, la copertura della connessione (livello -DM-$) è importato dalla mesh se disponibile. La posizione della nuova interfaccia nella libreria è richiesta al momento del salvataggio.

In alcuni casi l’area di connessione non è allineata correttamente con gli oggetti; questa funzionalità permette di spostare questa area di connessione nella posizione Z corretta.

Per l’utilizzo dei modelli Apotea (e altri modelli definiti nello stesso modo) è disponibile una nuova funzionalità che permette di creare una superficie che ridurrà l’area di fresaggio per alcune parti del percorso utensile in modo da ridurre il tempo di fresatura. Queste superfici possono essere adattate muovendo i nodi di controlli predisposti.

Selezionando questa funzionalità, verrà mostrata una finestra in cui è possibile personalizzare gli spessori che verranno mostrati con l’analisi delle mesh. La tabella delle distanze viene salvata per ogni materiale e può essere gestita nella configurazione. Quando questa funzione è attiva, l’utente può cliccare sugli oggetti per analizzarne le mesh.

Questa funzionalità può essere applicata sugli abutment che hanno un foro vite angolato. Questo permette all’utente di cambiare l’orientamento del foro occlusale. Poiché il risultato della fresatura sarà modificato rispetto al progetto originale, è consigliabile che l’utente verifichi attentamente le modifiche per assicurarsi che sia ancora adatto per la propria applicazione.